Skip links

Intervista Nicola Lanaro Chiola

 

 

 

Nicola puoi parlarci un po’ di te, della tua storia professionale?

Mio nonno era barbiere, mio padre è stato prima parrucchiere, poi formatore e tuttora direttore della prima scuola di formazione professionale per parrucchieri partner Pivot Point in Italia, la SAP- Scuola Artistica Parrucchieri a Pescara, scuola che quest’anno ha compiuto i 36 anni di attività.

Come se non bastasse, mia madre, i miei fratelli mia moglie e i parenti acquisiti sono parrucchieri;

ho iniziato il mio percorso sotto le ali del mio papà, e all’età di 18 anni, ho deciso di esplorare le mie capacità imprenditoriali, per comprendere se era possibile emulare i miei idoli del settore: mio padre e Leo Passage.

Iniziando  a viaggiare per trarre ispirazioni dal mondo,  ho avuto l’onore di lavorare con grandi professionisti dai quali ho sempre cercato di trarre una formazione vincente e al mio rientro in Italia, ho ultimato  la preparazione  con Pivot Point con l’obiettivo di diventare trainer.

 

 

 

Quali ragioni ti hanno condotto a questa scelta?

  • Dopo essere entrato a pieno regime a nella SAP, nella quale collaboro con la mia famiglia e dove a tutt’oggi dirigo l’amministrazione e l’area tecnica, è arrivata per me una grande opportunità.
  • Nel 2012 conobbi Jan Laan, vice presidente Pivot Point International, che mi parlò del progetto di sviluppare il business internationale della Pivot Point  e da quel momento  la mia vita professionale è totalmente cambiata. perché mi assunsi in veste di Direttore Trainer Pivot Point Italia e Responsabile Commerciale per Scuole e Accademie la responsabilità di formare i futuri professionisti del settore attraverso la distribuzione dell’unico metodo riconosciuto a livello globale: Pivot Point.

 

Pivot Point, una seconda famiglia, mi ha  formato professionalmente facendomi crescere anche come uomo, insegnandomi valori come impegno, sacrificio, rispetto e altruismo, fondamentali per chi propone  formazione .Vivendo, il nostro  mondo, un periodo di sofferenza conseguente ‘’all’opacità’’ delle proposte formative con Jan abbiamo costruito un ponte diretto tra formazione e parrucchieri scegliendo sempre la chiave del rispetto e della lealtà, ragion per cui abbiamo attinto alle risorse professionali  di operatori che avessero voglia di rilanciare il settore, quali  Marco Mastronardi,  che hanno sposato questo progetto, garantendo ai propri clienti, la formazione di qualità per eccellenza, l’unica qualità che garantisce successo professionale…

 

 

Quali sono oggi i tratti distintivi in un mercato, quello formativo, ormai saturo?

  • Saturo di cosa? Di chi fa formazione o di chi fa disinformazione? Non si potrà mai dire di aver ricevuto troppa formazione. Nel momento che smetti di farla , vuol dire che stai presumendo di non aver più nulla da imparare. Grandissimo errore. E’ l’inizio della fine, perchè in un mercato che cambia di giorno in giorno essere formati rafforza la tua ispirazione e ti avvicina sempre più a quelli che sono i mood del momento e alle esigenze che il cliente esprime.

Il nostro impegno è focalizzato nell’aiutare il parrucchiere a sviluppare la creatività artistica, la sua professionalità e la capacità di interagire con il cliente per soddisfarne al meglio le esigenze col massimo risultato. Questo si fa esprimendo sicurezza, fiducia e qualità, fornendo programmazioni strutturate, chiare e sistematiche… vicine al parrucchiere moderno

 

 

Quali sono le armi  vincenti per il salone del futuro?

  • La consapevolezza e l’autostima.
  • Con Pivot Point saprai sempre quale sono le tue reali capacità. Non ti spaventa più nessuno, non ti nascondi più, e avrai sempre la mente disposta all’apprendimento .
  • Molti parrucchieri  frequentano i seminari per cercare un confronto con i colleghi, io penso invece, che l’unico confronto che conta è quello che fai quotidianamente  con te stesso e con la tua capacità. I tuoi clienti vedono solo te, perciò, la sicurezza che ti da il metodo Pivot Point diventa la tua arma vincente per acquisire e mantenere i  tuoi clienti, per sviluppare un vero business in base alla tua creatività e al tuo senso stilistico.

 

 

 

Leave a comment

Name*

Website

Comment